Formigoni «La città si mobilita sempre per le grandi manifestazioni»

«Milano quando arrivano le grandi manifestazioni ciclistiche si mobilita sempre, il Giro d’Italia ha sempre visto grandi folle». È così che il presidente della Regione Roberto Formigoni ha commentato la folla che ha riempito piazza Duomo pomeriggio in occasione dell’arrivo del Giro d’Italia: migliaia di persone che non si sono curate del caldo e del sole ma che fino all’ultimo hanno aspettato i ciclisti. «Quest’anno c’è anche una tappa a cronometro che è il giusto modo di concludere un giro, con una tappa che può essere ancora decisiva e che permette di vedere uno a uno i corridori - ha aggiunto - mi auguro che questa formula sia ripetuta anche i prossimi anni, anche se quest’anno qui non si deciderà nulla perchè abbiamo avuto un grande trionfatore come Contador».
Insomma, i milanesi hanno accolto di buon grado anche i disagi provocati alla circolazione. Molte strade, da corso Sempione a piazza castello, piazza Lega Lombarda e via Canova fino a San Babila e al Duomo sono state chiuse alla circolazione per permettere il passaggio dei ciclisti. L’azienda di trasporti Atm, che ha deviato 26 linee del tram e dei bus di superficie, ha potenziato la frequenza dei treni della linea rossa, che arriva in Duomo per dare la possibilità ai tifosi di raggiungere le tribune senza problemi. In tanti si sono mossi «a tema» e cioè utilizzando la bicicletta. Anche per andare a votare.