Formigoni e De Corato: «Siamo tutti nel mirino»

«Complimenti e grazie alla Digos della Questura di Milano» sono stati espressi dal governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, «per la brillante operazione che ha condotto all’arresto di due presunti terroristi». «È uno dei risultati dell’importante lavoro che da anni viene portato avanti per contrastare possibili focolai di terrorismo nel nostro Paese e in Lombardia» ha spiegato Formigoni. Sulla stessa linea Riccardo De Corato, vicesindaco di Milano: «Soprattutto dopo l’attacco a Mumbai e le varie forme di recrudescenza terroristica nel mondo, la soglia di vigilanza deve essere mantenuta particolarmente elevata». «Gli arresti effettuati - ha aggiunto De Corato - dimostrano che l’Italia e Milano tengono altissima la soglia sulle possibili azioni del fondamentalismo islamico e dispongono di organi inquirenti con grandi capacità investigative. Ma l’episodio, inquietante e gravissimo, è la prova che il terrorismo ha messo radici in casa».