Formigoni: «Con me la Cdl avrà il 3% in più»

«C’è un sondaggio che dice che la mia candidatura al Senato per Forza Italia porterà alla Cdl il 4 per cento di voti in più in Lombardia e il 3 per cento a livello nazionale. Questo non posso saperlo ma so che alle passate Regionali 400mila lombardi hanno votato Formigoni senza votare i partiti della Cdl». Lo ha affermato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, alle telecamere di «Prima serata» su Telelombardia, spiegando che «c’è gente che vedendo Formigoni candidato al Senato andrà a votare e che altrimenti non avrebbe votato». Per il governatore è proprio questo l’apporto «originale, formigoniano, della mia candidatura: quello che avevo già sperimentato con la lista aperta ai riformisti per le Regionali che poi mi hanno stoppato e che adesso tutta la Cdl capisce che bisogna portare avanti».
Ma non basta, il numero uno del Pirellone avanza anche una candidatura: «Certo, potrei fare il ministro a Roma. Ma non vorrei si pensasse che l’obiettivo di Roberto Formigoni è di fare il ministro. Potrei fare il ministro, potrei fare anche altro...». Anche il presidente del Consiglio, gli ha chiesto allora il conduttore? «Se la Cdl vincerà, il candidato presidente del Consiglio è Berlusconi, a meno che Berlusconi dopo la vittoria non decida di fare il presidente della Repubblica. Allora ci sarebbe una valutazione insieme di chi possa fare il presidente del Consiglio. Ma non mi interessa dilungarmi su questo. Vedremo dopo il 10 aprile».