Formigoni: «Nel Pdl basta con i nominati. Potere al popolo»

Tempo scaduto. «Serve subito un bagno di democrazia». Roberto Formigoni dice basta: «Basta con i nominati» e basta temporeggiare. «Abbiamo preso una scoppola terribile alle elezioni e nessuno lo dimentichi - scandisce -. La strada è quella indicata a Roma, chi pensa di guadagnare tempo lo sta solo perdendo». Dopo l’acclamazione di Angelino Alfano come segretario nazionale, il governatore chiede primarie a tutti i livelli. «Si possono fare in 15 giorni, ma per me è inaccettabile andare oltre il 15 settembre». Poco spazio dunque all’analisi sulle divisioni dentro il Pdl: «Non mi attardo su divisioni che sarebbero spazzate via da un bagno di democrazia». «La pace è necessaria ma non basta più. In Lombardia abbiamo perso due Province e in 12 dei 15 Comuni maggiori. In politica servono gesti forti».
Due le risposte. «Una politica su fisco ed economia. La seconda risposta è organizzativa». «Potere al popolo, potere alla base, basta con i nominati. Ci vuole un segretario comunale, provinciale e regionale del Pdl».