Formigoni pressa Alfano: "Confermi gli stati generali e a ottobre l’election day"

«Un election day in cui il popolo del Pdl sia chiamato a rinnovare i segretari cittadini, provinciali e regionale entro il mese di ottobre». A chiederlo il governatore Roberto Formigoni che a proposito degli stati generali del Pdl prima convocati per venerdì e sabato e poi annullati dal coordinatore regionale Mario Mantovani, rivela la sua grande delusione. E di aver inviato al segretario del partito Angelino Alfano «una lettera in cui gli chiedo di riconsiderare questo incontro affinché si possa tenere prima della fine di luglio». Perché, aggiunge Formigoni, «avevo salutato con favore il processo di rinnovamento iniziato dal Pdl a livello nazionale e vorrei che trovasse applicazione profonda in Lombardia». Un intervento condiviso dal presidente della Provincia Guido Podestà che con Formigoni è tra i più accaniti nel chiedere la conferma dell’assemblea regionale di eletti e amministratori. O, in subordine, un incontro ristretto da fissare per lunedì con la prima uscita ufficiale dello stesso Alfano e per lanciare la nuova agenda del partito. Contenente, ovviamente, congressi ed elezioni dei vertici. Compresa, e sarebbe la prima volta, quella del responsabile regionale. «Mi auguro - ha ripetuto ieri Podestà - che nel coordinamento regionale ci possa essere un ripensamento perché nel nostro partito è davvero sentita l’esigenza di avviare una nuova stagione congressuale». E propone, «se i problemi organizzativi» impediranno di convocare l’assemblea, «almeno una grande riunione per tutti coloro che partecipano con passione alla vita politica del Pdl». Richieste «incomprensibili» per il consigliere regionale di osservanza mantovaniana Sante Zuffada, per il quale non c’è stata «nessuna cancellazione, ma semplice spostamento per motivi di opportunità, in piena sintonia con Alfano e numerosi coordinatori provinciali e dirigenti del partito». Assicurando che «il confronto con gli amministratori lombardi del Pdl non mancherà come, peraltro, già ampiamente dimostrato in questi mesi in diverse occasioni». E da ambienti vicini a Mantovani esce la lettera con cui nel marzo del 2009 l’allora coordinatore Podestà spostava l’assemblea regionale degli amministratori di Forza Italia a data da definire, «per una maggiore visibilità dell’iniziativa». Venerdì, in viale Monza, vertice convocato da Mantovani con i fedelissimi.