Formigoni «Soldi alle imprese Saremo la locomotiva anticrisi del Paese»

«Soldi alle piccole imprese e niente tagli sulle opere». Richiesta firmata da Roberto Formigoni in tempo di crisi. «Vogliamo essere la locomotiva che traina il Paese» spiega il presidente della Regione Lombardia. «Ho chiesto agli istituti di credito di non stringere troppo i cordoni della borsa. L’accesso al credito per le aziende, si sa, non è sempre così facile e troppo spesso rappresenta uno dei principali ostacoli allo sviluppo». Risposta? «Ho ottenuto il mantenimento del credito dell’anno precedente ovvero la garanzia degli investimenti del 2008».
Ma il governatore Formigoni in quest’intervista a il Giornale spiega di aver «ottenuto che non manchino i fondi alle infrastrutture che la Regione intende realizzare, dalla Pedemontana alla BreBeMi e ai nuovi ospedali. In tutto qualcosa come dieci miliardi di euro di investimenti». Naturalmente, la Lombardia, rafforza anche il sistema di sostegno delle famiglie: «Risorse a disposizione per aiutare a pagare le rate del mutuo o quelle dell’affitto e venti milioni di euro per sostenere i nuclei numerosi». Impegni concreti «senza inasprire la pressione fiscale» e affrontare insieme la crisi che «sarà più pesante nei primi mesi del 2009». Ma non finisce qui. Formigoni garantisce che «a breve ci saranno altre forme di intervento coordinato in materia sociale».