Formigoni: il ticket è «affare» del Comune

«Il ticket antismog? Non c’è nulla da discutere, il Comune ha definito la sua posizione e la Regione prende atto di questa decisione che vede concordi il sindaco e la sua maggioranza». Non proprio una promozione quella del governatore Roberto Formigoni che ieri ha, ancora una volta, lasciato volentieri al sindaco Letizia Moratti la patata bollente della tassa antismog. Per il resto Regione e Comune firmano una «santa alleanza» per affrontare di comune accordo i prossimi impegni. «Gareggiate in virtù, diceva nella sua Lettera ai romani san Paolo. Solo in questo - assicura il presidente della Regione - ci sarà competizione tra me e Letizia». Avanti insieme, dunque, per salvare Malpensa, tentare di aggiudicarsi l’Expo e affrontare un piano con misure urgenti e a lungo termine per combattere traffico e smog. Titubante anche An. «Si può discutere sulle modalità di applicazione del ticket - spiega il capogruppo alla Camera Ignazio La Russa -, in modo che sia il meno pesante possibile. An ha insistito perché alla fine non siano più di 20mila su due milioni le macchine interessate dal provvedimento».