Formigoni vola in Cina per la chiusura di Expo

Missione cinese per la Regione Lombardia. Il presidente Roberto Formigoni sarà a Shanghai il 30 e il 31 ottobre prossimo e parteciperà alla cerimonia di chiusura dell’Expo con il passaggio di consegne a Milano.
La missione della Lombardia non riguarda però solo l’Expo. Formigoni e il vicepresidente Andrea Gibelli avranno numerosi incontri anche a Pechino per avviare partnership nel settore dell’innovazione e della ricerca scientifica, per l’incremento delle relazioni economiche e commerciali con particolare riguardo all’artigianato e alle piccole e medie imprese. Formigoni, inoltre, avrà incontri a Pechino per sviluppare la partnership con enti e imprese che operano nell’ambito del welfare, soprattutto in relazione all’assistenza degli anziani.
La consistenza dei rapporti economici Lombardia-Cina - è stato spiegato nella conferenza stampa di presentazione della missione - è testimoniata dai dati di interscambio: la Cina è il quarto partner commerciale della Lombardia. Nel 2009 l’interscambio è stato pari a 9,3 miliardi di euro. In termini di export, il mercato cinese rappresenta la quarta piazza di sbocco delle merci lombarde con 2,3 miliardi di euro pari al 2,8% del totale. Per quanto concerne l’import, la Cina è il quarto partner della Regione Lombardia con 6,96 miliardi di euro.
La Lombardia è presente all’Expo di Shanghai all’interno del Padiglione Italia con una mostra intitolata «La persona, cuore della città: la città nella storia e nel futuro della Lombardia». L’allestimento propone la realizzazione della grande ala disegnata da Leonardo nel cielo di una piazza Ducale di Vigevano. Per l’allestimento è servito il contributo del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano. «L’installazione di Shangai - commenta il direttore generale del museo, Fiorenzo Galli - permette la comparazione tra i numerosi luoghi disegnati da Leonardo».