Formula 1, gomme nel caos Ultimo giro per Bridgestone

Addio del gommista unico dalla fine della prossima stagione. "A causa della
crisi economica". E dal 2011 i pneumatici dovranno durare per l'intero
Gran Premio

Abu Dhabi - Bridgestone lascia la Formula 1 a causa della situazione economica. La società nipponica, fondata dal nonno dell’attuale premier Yukio Hatoyama, ha annunciato che non rinnoverà il contratto di fornitura di pneumatici in scadenza a fine stagione 2010. E proprio dal 2011 secondo le regole attuali i pneumatici dovranno durare per un intero Gp. "Bridgestone - si legge in una nota - annuncia che non firmerà la nuova fornitura di pneumatici per il campionato del mondo di Formula 1 della Fia. Il contratto è in scadenza alla fine della stagione 2010". La decisione, in particolare, è stata presa a seguito "dell’evoluzione del contesto aziendale" e della necessità "di reindirizzare le proprie risorse" alla ricerca e allo sviluppo. La collaborazione con il mondo della F1 ha contribuito a rafforzare la sua notorietà, ma ora Bridgestone sente di esprimere i ringraziamenti "per l’entusiasmo e il sostegno ricevuto negli ultimi 13 anni".