Forse le due teste prese dagli animali

Gli uomini del soccorso alpino, coordinati da Valerio Zani, hanno dapprima trovato due sacchi della spazzatura vuoti appesi agli alberi, e quindi hanno trovato arti femminili e maschili. In particolare è stata trovata una mano di donna con le unghie laccate. Appoggiato a una roccia è stato più tardi trovato un sacco doppio della spazzatura con all' interno un busto maschile dalle braccia tranciate. Le parti di cadavere erano in avanzatissimo stato di decomposizione e senza abiti, gioielli o documenti nei pressi. Contrariamente a quanto s’è vociferato nel corso della mattinata di ieri, non sono ancora state trovate le teste dei poveri coniugi, che però, secondo uomini del soccorso alpino, potrebbero anche essere state prese da animali selvatici. Le ricerche della Protezione civile e del Corpo Forestale dello Stato non si fermano. Durante tutta la giornata di ieri hanno setacciato accuratamente i dintorni per vedere se vi fossero altri resti umani, che per il momento, tuttavia, non sono stati trovati.