Forti acquisti sui bancari

Piazza Affari è ripartita decisamente al rialzo, ignorando i tentennamenti di Wall Street, portandosi in prima posizione nella fase di recupero in atto nelle Borse europee. A convogliare cospicui flussi di domanda sono le anticipazioni sui risultati del bilancio 2005 di molte società quotate, mentre viene seguito con attenzione il risiko bancario che interessa le popolari. Gli indici ufficiali migliorano dell’1,2% e si riportano sui massimi assoluti registrati a metà marzo (il Techstar è migliorato del 2,1%); mentre gli scambi hanno superato 4,4 miliardi di controvalore. In ambito bancario vola di nuovo Bpi (più 5,5%) e Pop. Verona Novara (più 3,9%), mentre tra le big bancarie Capitalia è in crescita del 3,3%; in risalita anche Credem (più 5,8%). Parmalat non accenna a rallentare la corsa, e l’attesa della legittimità di azioni revocatorie verso le banche ha fatto decollare ancora il titolo del 2,8%. Migliora la Fiat, che recupera quota 10 euro, mentre negli assicurativi inverte la tendenza Vittoria assicurazioni, che recupera oltre il 3%. Deboli i tecnologici Tiscali e Fastweb, ma in controtendenza StM che migliora del 3%, e tonici i titoli energetici e telefonici.