Forti passioni nella notte di mezza estate

Al via martedì 10, al Teatro Stabile, le prenotazioni e le vendite dei biglietti di «Signorina Giulia» di August Strindberg che sarà in scena alla Corte da martedì 17 a domenica 22 gennaio. Prodotto dalla Fondazione Teatro Stabile di Torino in collaborazione con Teatro di Dioniso, «Signorina Giulia» è interpretato da Valeria Solarino che, reduce dai successi cinematografici, torna al teatro dove ha iniziato la sua carriera proprio frequentando la scuola di recitazione dello Stabile di Torino. Accanto a lei, ci sono Valter Malosti, che firma anche la regia e la traduzione del testo, e Federica Fracassi, recentemente premiata con un Ubu come attrice protagonista (per gli spettacoli Hilda e Incendi) in ex aequo con Mariangela Melato. Le scene sono di Margherita Palli, i costumi di Federica Genovesi, le luci di Francesco Dell'Elba.
Considerata un'opera fondamentale per la nascita del teatro moderno tra Ottocento e Novecento, la« Signorina Giulia» si svolge in Svezia nel «Midsommarnatten», la notte di mezza estate; soprattutto nei paesi nordici, occasione rituale di festeggiamenti per la fine del freddo, con conseguente scatenamento dei sensi. È in questa notte magica di San Giovanni che la contessina Giulia, la padrona, e Giovanni, il servo di suo padre, sono indotti a sperimentare lo sconvolgimento dei ruoli e la sperimentazione del diverso.