Fortino Foce e Albaro, nuovi incubi per il Pdl

Il rischio di un altro Centro Est. È il pericolo più temuto dalla dirigenza del Popolo della Libertà a Genova, già presa da mille altre vicende, tra le quali quella per il prossimo candidato sindaco, ma che avrà da sbrogliare prima il nodo sul successore di Pasquale Ottonello nel municipio che da sempre è appannaggio del centrodestra. «Scongiurare il commissariamento» è l’ordine che il coordinatore metropolitano Giorgio Bornacin ha dato a Giuseppe Cecconi, consigliere comunale referente per il municipio che si sta occupando in prima persona dell’avvicendamento sulla poltrona della Foce.
Da qualche giorno si infittisce la rosa dei nomi di consiglieri che si autocandidano o si fanno candidare per un anno da minisindaco e il risultato è quello di creare tensioni all’interno della maggioranza che già deve gestire il non facile compito di non far sentire contraccolpi dopo il salto della quaglia compiuto da Ottonello. Fabio Orengo, capogruppo del Pdl, nei giorni scorsi veniva indicato (...)