Forwedding, sposarsi con charme

Milano si tinge di bianco al salone Forwedding, collezioni Sposa 2012, la rassegna dedicata al matrimonio, al padiglione 1 del quartiere cittadino Fieramilanocity da venerdì 21 a domenica 23 ottobre. Curiosità e novità per il giorno del "sì" perfetto

Milano si tinge di bianco al salone Forwedding, collezioni Sposa 2012, la rassegna dedicata al matrimonio, al padiglione 1 del quartiere cittadino Fieramilanocity da venerdì 21 a domenica 23 ottobre, con un nuovo concept, un nuovo lay-out espositivo e tante iniziative dedicate ai promessi sposi, ai loro amici, a semplici curiosi e ai wedding-planners. Organizzato in collaborazione con Fiera Milano, Forwedding è l’unico salone che, suddiviso in specifiche aree tematiche, offre ai suoi visitatori una panoramica completa su tutto ciò che fa matrimonio: dalle tendenze più attuali per gli abiti da sposa e da cerimonia, ai preziosi consigli su beauty e wellness, dalle soluzioni più originali per partecipazioni, location e decorazioni (non solo floreali), fino alla lista nozze e ai viaggi personalizzati sulle reali esigenze degli sposi.

Un’offerta espositiva con nomi di prestigio in tutti i settori che gravitano intorno al fatidico "sì": dagli abiti da sposa (con le nuove collezioni di Nicole Sposa, Tony Ward, RS Couture, Atelier Aimeé e tanti altri) alle liste nozze (con le proposte più brillanti di Alessi, Argeneria Boggiali e molti ancora), fino alle più belle mete per il viaggio più bello (con, tra gli altri, le proposte del Resort sul lago di Como Casta Diva) .

Il Salone aggiunge al classico percorso espositivo particolariari aree evento: gift&wedding list la nuovissima area dedicata ai prodotti top di gamma per la tavola, la cucina e i complementi d’arredo, con soluzioni scenografiche aggregate e all’avanguardia per permettere ai visitatori di cogliere nuovi spunti ed idee per una lista nozze d’eccellenza; flower zone il giardino d’inverno è uno degli spazi esclusivi di Forwedding dove per la prima volta in una fiera dedicata all’organizzazione di matrimoni, seconde nozze e cerimonie, i flower designers avranno un luogo speciale dove mostrarsi e creare piccoli allestimenti e dimostrazioni. Dieci selezionatissimi fioristi daranno vita alle loro creazioni in un ambiente dall’atmosfera magica e ovattata, completato da piccoli salotti e catering per i visitatori.

Details for wedding è la scatola delle meraviglie della mostra, lo spazio dedicato ai mood e alle tendenze per il matrimonio espressione delle migliori aziende. Uno spazio architettonico sofisticato ed elegantemente arredato in cui appariranno, tra le boiserie stilizzate, abiti, partecipazioni, bomboniere, bouquet, ambientazioni… il tutto selezionato per l’indiscussa capacità di interpretare i desideri e le sfumature di gusto e di stile del pubblico contemporaneo.

E il viaggio di nozze? Travel area, grazie ai 1000 mq dedicati al viaggio di nozze di Hotelplan, proprone esclusivi pacchetti viaggio per Forwedding, e il visitatore vivrà alcune tappe del viaggio stesso (l’imbarco, l’arrivo, il cocktail di benvenuto…).
Insomma, in fiera si impara a sposarsi con charme.

Tra curiosità e tendenze Nell'area Details sono raccolte le idee più originali e i migliori suggerimenti per rendere veramente speciale il giorno del Sì. Questo grazie alla partecipazione di aziende concentrate sulla creatività dei prodotti al servizio di una cerimonia che sia veramente unica. Allora spazio a gioielli sfarzosi, ma fatti quasi del tutto di carta, perfettamente intonati alle sfumature dell’abito, altamente personalizzabili ed eleganti come diamanti veri. Ma anche servizi di banqueting creativi, capaci di realizzare menu a tema plasmati sulle preferenze degli sposi, o cromaticamente personalizzati, o ad esempio in stile green con alimenti a kilometro zero per una sana alimentazione biologica. Per arrivare poi al servizio di personal event writing: un reporter che trasforma il matrimonio in un racconto esclusivo con gli sposi come protagonisti assoluti C’è poi anche chi realizza con gli origami giapponesi accessori come segnaposto, portacandele e vaschette per i confetti.

A proposito di confetti… il classico bianco alla mandorla è ancora lì, ma ormai da qualche anno il vero must è la “confettata”, che dà la possibilità agli invitati di gustare a piacimento diversi tipi di confetto con forme e colori infiniti e dai gusti inediti (dalla liquirizia al kiwi, al caffè…). Anche le classiche liste nozze, così come siamo abituati a pensarle, si sono decisamente evolute. Nell’elenco dei regali adesso ci sono anche oggetti di vero design, piccole opere d’arte tra i consueti utensili da cucina o in mezzo all’argenteria. Ma la parola d’ordine è sempre “personalizzazione”: gli abiti, le composizioni floreali, il cibo. Tutto può essere “cucito” addosso ai novelli sposi, riprendendo i loro gusti e interpretando perfino i tratti della loro personalità. Del resto nessun matrimonio è uguale all’altro e i dati commerciali declinati nei vari stati del mondo ne sono una prova evidente: l’abito romantico e lineare piace agli europei e i giapponesi, attenti al dettaglio e alla sartorialità. Tutt’altra storia per gli americani, decisamente votati alle soluzioni più appariscenti e pompose. Niente spalle scoperte per i paesi più attenti al rispetto della morale religiosa e taglie “mini” per le spose asiatiche, mediamente più piccole e minute.

Anche i viaggi di nozze seguono la rincorsa alla customizzazione dei servizi. Le mete preferite restano quelle che si affacciano sull’Oceano Indiano (Mauritius, Seychelles, Kenya, Tanzania), gli Stati Uniti e la Polinesia francese, oltre alla classica crociera ai Caraibi. Ma ciò che si evolve è l’universo di servizi accessori che consentono combinazioni cucite al dettaglio sulle preferenze dei novelli sposi: dalle escursioni alle immersioni, alle visite guidate fino alle esperienze più personale e autonome, al posto della più banale soluzione all-inclusive. In aumento anche le nozze all’estero, scelte da coppie con pochi invitati che decidono di integrare la cerimonia e il viaggio di nozze per un matrimonio esotico e intimo. Tutt’altro lo spirito degli stranieri che vengono a sposarsi in Italia (soprattutto facoltosi russi, indiani e cinesi), più interessati allo sfarzo del matrimonio romantico all’italiana in location esclusive e prestigiose.