«Forza direttore, non possono fermarti»

Continua massiccia l’ondata di lettere ed e-mail attraverso le quali i lettori esprimono la loro solidarietà al direttore editoriale del «Giornale», Vittorio Feltri, sospeso per tre mesi dall’Ordine dei giornalisti dopo il caso Boffo. Le richieste e le proposte sono numerose. Molti si promettono di «pesare» questo loro appoggio a Feltri attraverso l’acquisto giornaliero di più copie del nostro quotidiano, altri invitano il direttore a proporsi come alternativa televisiva ai molti programmi unilaterali che la sinistra produce spesso senza neppure contraddittorio, salvo poi lamentare la mancanza di libertà.