Forza Italia, al via i 19 congressi

Al via domani i congressi di Forza Italia nei 19 municipi romani. I particolari sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa svoltasi ieri mattina alla sede nazionale del partito in via dell’Umiltà dal coordinatore regionale degli azzurri Francesco Giro, affiancato dal coordinatore nazionale Sandro Bondi, dal vicecoordinatore Fabrizio Cicchitto e dall’europarlamentare Antonio Tajani. «Tutte le assemblee sabato - informa Giro - si apriranno con un minuto di silenzio per ricordare Luigi Moriccioli, il ciclista morto dopo la tragica aggressione da parte di due romeni».
I seggi resteranno aperti tutto il giorno dalle ore 9 alle 21. Gli iscritti, circa 10mila, eleggeranno, oltre ai coordinatori municipali, i dodici membri del direttivo romano e i due vicecoordinatori, scegliendoli fra i 20 candidati più votati alle primarie. Momento clou della giornata sarà l’intervento telefonico alle 18 di Silvio Berlusconi con la sede regionale di Forza Italia. «Questi congressi - afferma Tajani - cadono giusto in un momento in cui Roma chiede sicurezza, con il vigile di quartiere e il poliziotto di prossimità, ma anche con più volanti per strada. A Roma solo 2mila vigili urbani stanno per strada, gli altri 5mila restano negli uffici - rimarca l’europarlamentare -. La gente è stanca di vivere come ora nell’insicurezza, chiede di voltare pagina e di mandare a casa questa sinistra, perché non si ripetano più aggressioni come quella di cui è rimasto vittima Moriccioli». L’appuntamento «per dare voce a tutti gli italiani che chiedono di tornare al voto», sottolinea Sandro Bondi, è per il 17 e 18 novembre, quando si terrà a Roma la grande manifestazione con Silvio Berlusconi.
Ma l’attualità stringe. Domani Walter Veltroni, a Milano, alle 16 verrà ufficialmente proclamato segretario nazionale del Pd. E proprio questo suscita l’intervento polemico di Cicchitto sul doppio ruolo di Veltroni, sindaco di Roma e segretario del Pd: «È un’incompatibilità sostanziale - dice il vicecoordinatore degli azzurri -. È nato un nuovo partito che sarà significativo nella vita del Paese, il cui leader è destinato ad essere assorbito dai problemi nazionali. Veltroni ha detto che non ne parlerà più, ma noi vogliamo parlarne. C’è un uso spregiudicato dei media per enfatizzarne i ruoli. Le primarie del Pd, ad esempio, sembravano le elezioni politiche. Ci auguriamo - rimarca Cicchitto - che i quotidiani diano lo stesso spazio anche alla nostra manifestazione del 17 e 18 novembre, visto che dopo tutto Forza Italia è il primo partito in Italia».
Prospettive e scadenze prossime venture che rendono importanti i congressi municipali di domani, dai quali usciranno volti nuovi in vista del congresso romano di Forza Italia in primavera e, a seguire, delle prossime elezioni locali, Provincia e forse Comune di Roma. «Fino a oggi Forza Italia - rileva Giro - ha indetto nel Lazio 200 congressi comunali, sui circa 380 comuni della regione, coinvolgendo 15mila dei 35mila iscritti in totale». «È un fenomeno importante - sottolinea Sandro Bondi - che dimostra l’evoluzione di Forza Italia in un vero partito democratico di massa».