Forza Italia: Imperia sbarrerà le strade

Scandroglio soddisfatto: 150 amministratori compatti per il «no»

Ha sorpreso persino gli organizzatori dell’incontro la massiccia risposta di eletti di Forza Italia che ieri mattina si sono incontrati per fare il punto sull’attività politica. Circa centocinquanta persone arrivate da tutta la Liguria per confrontarsi con il coordinatore regionale Michele Scandroglio e la dirigenza del partito. Tanti i punti all’ordine del giorno, uno quello al momento forse più sentito. A proposito dell’emergenza rifiuti, da tutti i presenti è stata ribadita l’indignazione per il dietrofront di Claudio Burlando che ha subìto le richieste del governo Prodi. «Non si è neppure confrontato con le Province - ha sottolineato Scandroglio -. Per fortuna le stesse gli hanno sbattuto la porta in faccia. Ora non so dove pensa di portare quei rifiuti il governatore. Forse se li caricherà sulla sua macchina e se li porterà contromano agli Erzelli? Il nostro consigliere regionale Gabriele Saldo ha fatto sapere che a Imperia sono decisi a bloccare le strade per non far passare i camion».
Tra gli altri temi trattati nel corso della riunione anche l’adesione al referendum per l’abrogazione della legge Vesco, con la quale la Regione offre garanzie e privilegi agli immigrati, compresi i clandestini. Forza Italia sta organizzando la mobilitazione a sostegno dell’iniziativa che lo scorso anno aveva visto la sola Lega Nord fallire di poco la raggiunta delle necessarie 50mila firme per il referendum.
Tornando al problema della spazzatura, il capogruppo azzurro al Comune di Sestri Levante, Graziano Stagni, ha voluto ribadire la propria contrarietà all’arrivo dei rifiuti campani nella discarica sestrese: «Già il nostro sito è prossimo alla saturazione, non intendiamo prestarci per fare un favore ai soliti furbetti».