Forza Italia: meno sprechi e 20 milioni per le aziende

La risposta alla crisi? Consulenze ancora più ridotte al minimo indispensabile, stop al «poltronificio», basta con i viaggi all’estero, via tutte le comunità montane, le società inutili e le spese superflue. Uno sforzo che solo in Liguria varrebbe una ventina di milioni di euro l’anno immediatamente disponibili, pronti per essere reinvestiti a sostegno delle aziende, per concedere crediti laddove il sistema tradizionale non riesce ad arrivare. La ricetta è quella proposta dai vertici liguri di Forza Italia, riuniti ieri dall’onorevole Michele Scandroglio, coordinatore regionale degli azzurri.
Insieme a lui il senatore Franco Orsi, il vice presidente del consiglio regionale Luigi Morgillo, il capogruppo Gabriele Saldo e il consigliere regionale Matteo Rosso hanno fatto il punto in vista degli «stati generali» di Varazze, ma nell’occasione si sono soffermati sul tema del momento. «Anche in Liguria si può fare subito qualcosa - sottolineano - La nostra proposta è quella di devolvere le risorse, ricavate grazie a un’attenta riduzione degli sprechi, all’aumento dei fondi di garanzia a favore dei prestiti alle piccole e medie imprese, ai commercianti e agli artigiani».