Forza Italia mette a punto la strategia per le elezioni

Con l’offerta a Bertolaso di candidarsi per la corsa al Campidoglio, Silvio Berlusconi ha dichiarato il suo interesse alla partita di Roma, attenzione confermata «dalla disponibilità - annuncia il coordinatore di Forza Italia per la campagna elettorale nel Lazio, Giorgio Simeoni - a un incontro tra 10-15 giorni con i vertici locali» mirato a mettere a punto la strategia elettorale.
In attesa di scegliere, d’intesa con gli alleati, l’anti-Veltroni, Forza Italia mette a punto la sua tabella di marcia per scandire con manifestazioni e campagne il conto alla rovescia fino al voto. E per mettere a punto le iniziative, che per quanto riguarda le elezioni comunali devono essere incentrate sull’evidenziare i problemi della gestione di centrosinistra, ieri sera deputati e senatori, eletti a Roma e nel Lazio, si sono riuniti insieme con i vertici locali in un albergo romano «perché - spiega Simeoni - alla luce della nuova legge elettorale l’impegno dei parlamentari va oltre il concetto di collegio».
Il leit-motiv delle future iniziative è «aiutare i cittadini romani a non arrendersi» a problemi atavici come il traffico, la sporcizia e l’emergenza abitativa «e quindi a reagire - aggiunge Simeoni - cambiando sindaco. E l’impressione è che ci sia un’inversione di tendenza tale che a Roma si può vincere».