Forza Italia prova a corteggiare il Psdi

da Fiuggi (Frosinone)

«Venite con noi, aderite al futuro partito unitario della libertà. È Berlusconi il grande protagonista del riformismo nel nostro Paese. Lui ha raccolto l'eredità del riformismo socialdemocratico». Con queste parole Antonio Tajani, (Forza Italia) si è rivolto al congresso del Psdi che si è aperto a Fiuggi. Tajani ha fatto notare come tutti gli ospiti del centrosinistra abbiano disertato l’invito del segretario (riconfermato) Renato D’Andria.
Erano infatti attesi i ministri Alfonso Pecoraro Scanio, Clemente Mastella e Antonio Di Pietro, oltre al leader radicale Marco Pannella. «Anche se il Psdi ha aderito allo schieramento dell’Unione - ha sottolineato Tajani - è evidente che i suoi esponenti non hanno voluto onorare questo partito con la loro presenza. In realtà, i valori di cui sono portatori i socialdemocratici sono quelli di Forza Italia, quelli del centrodestra». Secondo Tajani, la «diserzione da parte dei ministri dell’Unione è un’altra prova di un centrosinistra sempre più prigioniero dell’ala radicale che ne condiziona le scelte politiche, a cominciare dalla politica estera».