Forza Italia punta sui saggi Giro: «Sarà modello-Lazio»

Marcello Viaggio

Prosegue il rinnovamento di Forza Italia a Roma e nel Lazio dopo il cambio della guardia ai vertici locali del partito. Il coordinatore nazionale degli azzurri, Sandro Bondi, d’intesa con il neo-coordinatore regionale del Lazio e commissario di Roma, Francesco Giro, ha infatti nominato ieri il nuovo Comitato dei Saggi del partito regionale. Il comitato sarà costituito da sei membri, in rappresentanza delle istituzioni del Parlamento europeo, della Camera dei deputati, del Senato, della Regione, delle Province e dei Comuni del Lazio. Saranno membri del nuovo comitato l’europarlamentare Antonio Tajani, il senatore Cosimo Ventucci, i consiglieri regionali Antonello Iannarilli e Gianni Sammarco. A essi si aggiungeranno un rappresentante delle Province e uno dei Comuni del Lazio che verranno designati nella prima seduta. Il nuovo organismo affiancherà nella sua attività il coordinatore regionale del Lazio: «L’ampio profilo istituzionale del comitato dei saggi - afferma Giro - servirà a promuovere la nuova fase politica di Forza Italia per costruire un movimento più collegiale, con la prospettiva di rendere in futuro questo nuovo organismo elettivo dando la possibilità ai gruppi politici delle singole istituzioni di indicare direttamente il proprio rappresentante». Lo Statuto di Forza Italia assegna poteri molto ampi ai coordinatori regionali. «Ma noi vogliamo che questi poteri siano condivisi da organismi elettivi - sottolinea Giro - e ci auguriamo che il modello-Lazio venga replicato anche in altre regioni. Anche a livello nazionale sono allo studio emendamenti allo Statuto in tal senso. Il Lazio sarà apripista di questa formula». Nella regione, afferma Giro, il metodo è stato già sperimentato con successo: «Nel Lazio alle Politiche 2006 Fi si è presentata con una gestione collegiale della campagna elettorale, e ha dato un grosso contributo alla vittoria della Cdl. Il centrodestra, grazie a noi, è riuscito a ottenere un preziosissimo premio di maggioranza al Senato, nonostante un anno prima avesse incassato la sconfitta alle Regionali». Al senatore Paolo Barelli verrà affidata la delega all’organizzazione e all’ufficio elettorale, mentre l’europarlamentare di Forza Italia Alfredo Antoniozzi sarà responsabile dell’Ufficio nazionale Roma Capitale.