Forza Italia alla Regione: dateci l’ospedale di vallata

«Nessuno tocchi l’ospedale». Questo il messaggio che arriva dall’assemblea pubblica tenuta da Forza Italia nella sede della Circoscrizione Valpolcevera, in difesa del progetto sull’ospedale di vallata che, l’attuale giunta regionale, starebbe definitivamente accantonando.
Una trentina di persone, hanno preso parte alla discussione organizzata dal gruppo azzurro del Consiglio di Circoscrizione e a cui hanno partecipato l’on. Alberto Gagliardi, il consigliere regionale Matteo Rosso ed il commissario del coordinamento cittadino Roberto Cassinelli. I rappresentanti di Forza Italia, difendono la bontà del progetto che era stato portato avanti dalla giunta Biasotti e che avrebbe visto sorgere nell’area ex «Mira Lanza» di Teglia, una struttura completa, con 250 posti letto ed un pronto soccorso efficiente che avrebbe dovuto assorbire le utenze della Valpolcevera e di parte della Valle Scrivia. «L’ospedale di vallata è un’opera indispensabile che deve essere costruita in fretta - ha detto Matteo Rosso -. Tanto più è necessaria in conseguenza della razionalizzazione degli impianti del Celesia di Rivarolo e del Gallino di Pontedecimo che non riescono più ad assorbire l’utenza. Dobbiamo dotare questi quartieri di un pronto soccorso posto in una zona più idonea: le infrastrutture che arrivano al Celesia, per esempio, sono insufficienti. Molte volte le ambulanze hanno difficoltà a raggiungere questa zona». Chissà perché hanno fatto marcia indietro? Si interrogano i cittadini presenti «Ve lo dico io - tuona Gagliardi - Perché l’appalto per la costruzione dell’ospedale non era in mano alle cooperative rosse ma ad una società privata. Il paradosso è che qui la sinistra raccoglie il 70 per cento dei voti e continua a danneggiare quelli che continuano a dare loro fiducia. Ma noi saremo sempre presenti per difendere questa gente, - conclude il sottosegretario - trattata come i sovietici si comportavano con gli abitanti delle periferie di Mosca».