La forza della Tigre gialla accompagna da ventiquattro anni i colori blucerchiati

C’è un marchio che si lega alla Sampdoria. Addirittura da più tempo della Erg. Magari passato sottotraccia ma che accompagna ogni domenica i blucerchiati a Marassi. Non sulle maglie, ma comunque in campo. Nei tabelloni pubblicitari dietro le porte e lungo le due fasce laterali spesso appare il marchio Tigre.
Gli «antichi» formaggini sono sostenitori della Sampdoria da ventiquattro anni, una partnership che si rinnova nel tempo: «Continuiamo con fiducia ad affiancare i nostri brand ad una scoietà importante come la Samdporia di cui siamo sponsor da oltre venti anni - commenta Gilberto Cappellin, amministratore delegato di Emmi Italia il gruppo che attraverso Tigre e gli altri marchi Trentinalatte e Emmi collabora con la società blucerchiata - con una grande novità per la stagione 2009/10: il lancio in comunicazione del brand Trentinalatte, l’azienda del gruppo produttrice di prodotti latiero caseari che sceglie la Sampdoria e il “Luigi Ferraris” come primo importante palcoscenico».
Così il marchio della tigre ruggente su sfondo giallo è passato per un bel pezzo di storia doriana: da Vialli e Mancini a Gullit, da Montella e Signori al periodo buio della serie B fino all’avvento della gestione Garrone e il grande ritorno prima in serie A poi sul palcoscenico europeo. L’accordo per questa stagione prevede la presenza deio loghi sul rullo utilizzato per le interviste del dopo partita in sala stampa. Ad accompagnare il pre gara delle partite della Sampdoria è il telo grande come il cerchio di centrocampo che raffigura la storica confezione dei formaggini Tigre. La speranza è che una partnership così gloriosa possa portare a nuovi esaltanti risultati per i blucerchiati da vivere proprio come nei primi anni in cui il gruppo Emmi aveva scelto la Sampdoria per promuovere il suo marchio. E magari lanciare un prodotto della casa tutto a tinte blucerchiate.