Forza Verde: l’ambiente va difeso senza fanatismi con fatti concreti

«Fare ambiente», affrontando le diverse problematiche ecologiche della capitale, è l’obiettivo dell’associazione «Forza Nuova», nata solo due settimane fa, ma a cui si sono già iscritte ben mille persone. La tutela dell’ambiente è la nuova sfida dell’uomo, che si deve far portavoce della cultura ambientale e delle sue problematiche. «La nuova realtà organizzativa ambientale - spiega il professor Antonio Gaspari, presidente del comitato scientifico Forza Verde - vuole esaminare le tematiche ambientali in coerenza col principio di collaborazione fra uomo e ambiente». Il presidente precisa che si deve rigettare il concetto nichilista dell’uomo come «cancro del pianeta», ma promuove, collocando l’associazione in un’area moderatamente cattolica e di apertura ai principi cristiani, il concetto di uomo risolutore del degrado ambientale e della responsabilità etica che ogni individuo deve avere nel gestire, curare e amministrare l’ambiente, un bene inestimabile.
«Il degrado, il traffico, l’inquinamento atmosferico, la rivalutazione delle aree verdi sono dei problemi che devono essere affrontati coi fatti e non solo con le parole, di cui si riempie la bocca l’amministrazione comunale, che utilizza palliativi ecologici, non rispettando la cultura ambientale - dichiara Stefano De Lillo, consigliere regionale di Fi -. La tutela del territorio e dell’ecosistema sono i principi cardine su cui si fonda Forza Verde. La politica - continua De Lillo - deve fronteggiare e risolvere i problemi ambientali e non metterli, come sta facendo ormai da troppo tempo l’amministrazione comunale, sotto il tappetino per nascondere la sporcizia». In effetti le parole del consigliere azzurro fanno riflettere sulla situazione di degrado e di fatiscenza della capitale. L’arredo urbano della città eterna è costituito da strade luride e da marciapiedi in cui regna sovrana la sporcizia. Il problema dei rifiuti, ad esempio, è di grande importanza per Forza Verde, che vede nella raccolta differenziata e nelle discariche, che tanto piacciono al sindaco Veltroni, delle soluzioni illusorie e poco efficaci.
«Viviamo con una falsa concezione ambientale - afferma De Lillo -. Si pensa che la raccolta differenziata possa risolvere l’emergenza rifiuti. Ma basta vedere cosa sta accadendo a Napoli, dove la politica di governo è priva di decisionismo. Il pattume, oltre che essere raccolto in maniera differenziata - continua De Lillo - dovrebbe poi essere compattato, asciugato e ridotto». Di sicuro il malcontento dei cittadini è evidente: striscioni e proteste contro il comune, che ha predisposto le discariche in zone residenziali. La soluzione proposta da Forza Verde è quella di realizzare dei centri di smaltimento e di utilizzare gli inceneritori. «La difesa della vita umana e di ogni forma di vita animale e vegetale - dichiara Stefano Pandolfi, presidente di Forza Verde - è la meta che si prefigge la nostra associazione. L’individuo, la famiglia e la società devono lavorare in sinergia per l’ambiente e con l’ambiente».