Fossanova, i tesori dell’arte monastica

Fossanova si mette in mostra a Roma. L’antica abbazia, considerata il primo esempio di architettura gotico cistercense in Italia, festeggia 800 anni con un’esposizione allestita al Vittoriano che vuole far conoscere a romani e turisti la vita quotidiana e i tesori della cattedrale di Priverno, in provincia di Latina. Si tratta di una mostra a tutto tondo che unisce documenti rari e preziosi, a mosaici di età ellenistica e romana, codici miniati medievali, reliquie e ceramiche. Il percorso espositivo si articola in quattro sezioni: si apre con «Fossanova ieri, Fossanova oggi», settore curato da Margherita Cancellieri, che ospita in primo piano un corredo funerario dell’età del bronzo con un’olla cineraria, 6 vasetti miniaturistici, un coltello e un rasoio di bronzo, appartenenti al museo archeologico di Priverno. Il percorso espositivo prosegue con l’area curata da Marina Righetti e dedicata ai cistercensi dove si possono ammirare 2 miniature della fine del XIII secolo con la figura di San Bernardo di Chiaravalle che insegna ai suoi confratelli. La terza sezione, a cura di Giovanni Maria De Rossi, è incentrata sull’abbazia e propone ai visitatori un reliquiario del XIII secolo. L’ultima tappa del percorso ospita un contributo video inedito di Corrado Augias che fornisce tutte le informazioni sul monastero nel quale papa Innocenzo III il 18 giugno del 1208 consacrò l’altare maggiore. La mostra allestita fino al 29 giugno è a ingresso gratuito e resta aperta dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 19.30, il venerdì e il sabato fino alle 23.30 e la domenica fino alle 20.30.