Fossati paladino dei bambini

PROGRAMMA Insieme con i suoi brani più popolari anche le canzoni tratte dal suo ultimo cd «Musica moderna»

«Musica moderna» ha appena compiuto un anno. A Ivano Fossati ha regalato un «David di Donatello» e un «Nastro d’argento» (per la canzone «L’amore trasparente», che sottolineava le vicende di Nanni Moretti in Caos calmo), un nuovo contratto discografico con la Emi e un lungo tour, che venerdì sera lo porterà all’Auditorium di via della Conciliazione. Dopo il lungo giro di concerti estivi, infatti, Fossati ha ancora voglia di portare sul palco la sua musica. Canzoni dal nuovo album, che non è certo il più ispirato della sua lunga carriera ma che ha comunque regalato al suo pubblico perle di indiscutibile valore. E brani storici, dai classici a gemme meno note, proposte dal vivo con minore frequenza. Il concerto romano è organizzato in occasione della Giornata Mondiale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, a favore dell’associazione «Bambino Gesù». L’evento è realizzato in collaborazione con la Regione Lazio. Tra le iniziative più originali legate alla pubblicazione di «Musica moderna» c’è indubbiamente quella che riguarda il singolo «Last minute». Il brano, tra i più belli del disco, è stato pubblicato in sette versioni diverse, ognuna affidata alla sensibilità di un diverso interprete. Fossati ha messo la canzone nelle mani e negli strumenti di band e cantautori della nuova scena italiana, che l’hanno riletta a proprio modo. Georgianne Kalweit (già voce dei Delta V) l’ha tradotta in inglese con i suoi The Spokes, ottenendo un risultato originale e sorprendente. Gianmarco Martelloni l’ha trasformata in brano rock, con venature elettroniche. Niccolò Agliardi ha costruito un bel crescendo che esplode nel ritornello. Tutti hanno convinto Fossati: «mi ha colpito molto - l’opinione dell’artista genovese - come gli artisti che hanno reinterpretato Last minute ne abbiano compreso perfettamente la natura obliqua e realistica. Nessuno di loro ha tradito minimamente lo spirito della canzone, pur andando in sei direzioni diverse. Last minute esce dalle loro versioni ancora più ruvida e sinceramente è proprio quello che speravo». I più curiosi possono trovare le varie versioni sui siti e sui myspace degli artisti citati.
Sul palco di via della Conciliazione, Ivano Fossati sarà affiancato da Fabrizio Barale (chitarra), Pietro Cantarelli (tastiere e arrangiamenti), il figlio Claudio Fossati (batteria), Riccardo Galardini (chitarra) e Max Gelsi (basso).
La Convezione dei Diritti dell’Infanzia è stata approvata esattamente vent’anni fa, il 20 novembre del 1989, dall’Assemblea delle Nazioni Unite. La Giornata Mondiale dell’Infanzia celebra quella data, che coincide con un duplice anniversario: la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo (1789) e la Dichiarazione dei Diritti del Bambino (1959). La Convenzione rappresenta un codice di diritti e un programma che impegna tutti gli Stati a costruire un sistema globale di protezione e sviluppo.