Un fossile racconta l’evoluzione degli anfibi

Lo scheletro perfettamente conservato di un pesce fossile di 380 milioni di anni fa potrebbe aiutare a riscrivere la storia dell’evoluzione dai pesci agli animali terrestri. La scoperta arriva dall’Australia occidentale dove, nella regione di Kimberley, i paleontologi del Museo Victoria hanno rinvenuto il fossile. L’esemplare è stato chiamato «Gogonasus» da «Gogo», il nome dell’allevamento di bovini dove è stato trovato. Il direttore del museo ha spiegato che il fossile illustra la prima fase di transizione dai pesci agli animali di terra: «Pesci simili sono conosciuti da tempo, ma è la prima volta in cui si è trovato uno scheletro perfetto e tridimensionale». Il Gogo ha l’aspetto di un pesce, ma con pinne muscolari molto avanzate, simili agli arti degli anfibi e ha grandi aperture nel teschio per la respirazione.