Le foto choc di Larry Clark turbano Berna e Parigi

Il centro Paul Klee di Berna ha deciso di ritirare due scatti del fotografo americano Larry Clark, nell’ambito di una rassegna sui sette peccati capitali, per impedire che la mostra sia «messa in secondo piano» dalle polemiche. «Abbiamo ritirato le foto perché, dopo la vicenda parigina, sappiamo che hanno la capacità di focalizzare tutta l’attenzione, mentre la mostra è dedicata ai peccati capitali, e non al fotografo statunitense», ha detto il direttore del centro, Juri Steiner. Lo scorso settembre, una retrospettiva di Clark a Parigi era stata vietata ai minorenni: le immagini crude scattate dal fotografo, 67 anni, mettono in scena adolescenti, sesso, droga e violenza, e per questo i responsabili parigini avevano imposto il divieto. Oltre alle foto di Clark, i responsabili elvetici della mostra hanno deciso di ritirare anche un acquerello del tedesco George Grosz, giudicato troppo «crudo». La mostra al Museo d'arte moderna di Parigi (Mam) rimarrà aperta fino al 2 gennaio 2011. Quella elvetica Lussuria e vizio. I sette peccati mortali sarà aperta fino al 20 febbraio 2011.