Le foto dell’orrore: la «mala città» in quaranta scatti

Originale iniziativa di Forza Italia in via Alessandria: una mostra che documenta i «Mali di Roma» non risolti dalla giunta Veltroni

Stefania Scarpa

Quaranta scatti per la mostra fotografica più brutta che c’è: quella sui «Mali di Roma». Scatti rigorosamente non d’autore, anche se, sotto sotto, un artefice per simili capolavori c’è. E si chiama Walter Veltroni. È a lui che il coordinamento romano di Forza Italia e il Comitato della Vittoria del II municipio, organizzatori della mostra (che sarà visibile in via Alessandria al numero 32 fino al 15 marzo), attribuiscono il demerito di buche, rifiuti, mendicanti sui marciapiedi, nomadi che spadroneggiano. Soggetti, tutti questi, delle foto di cui sopra, scattate negli ultimi mesi in tutte le zone di Roma, dal centro alle periferie, a testimonianza del disinteresse dell’amministrazione capitolina su quattro temi: degrado sociale, lo stato penoso del manto stradale, l’«indecoro» urbano e il disastro della segnaletica stradale.
«In questi cinque anni di governo - ha detto nel corso dell’inaugurazione della mostra l’europarlamentare e consigliere comunale di Forza Italia Antonio Tajani - l’amministrazione Veltroni non ha migliorato la situazione della città ma l’ha solo peggiorata». Legittime a questo punto le preoccupazioni per un eventuale Veltroni-bis, anche perché, fa notare Tajani, «non ho capito il progetto che Prodi ha con Veltroni. Sono certo solamente del fatto che Prodi non vuole vivere a Roma, non la ama anche per come è tenuta e in questo modo condanna l’operato del sindaco». L’esponente azzurro ha poi ricordato alcuni dei risultati ottenuti a Roma dal governo di centro-destra. «La terza corsia del Gra - ha sottolineato -, i finanziamenti per la metro C e per molti ospedali. Berlusconi ha fatto la sua parte a Roma. Vorrei invece sapere quali sono i piani di Prodi per diminuire il debito di 7mila milioni di euro della capitale e per migliorare le condizioni di vita dei cittadini».
«Il nostro impegno - prosegue Tajani - è far conoscere sul territorio ciò che ha realizzato il governo, grazie anche ad assessori municipali responsabili e impegnati. La gente è con noi, ci sostiene e ha fiducia nel nostro lavoro. Il 25 marzo potrete constatarlo con i vostri occhi, nel corso di una grande manifestazione indetta da Fi a piazza del Popolo, a cui prenderà parte anche il presidente Berlusconi». Quanto alle elezioni comunali, «sono contrario alla presenza di tre candidati sindaci della Cdl. Vorrei, invece, che Alfredo Antoniozzi, candidato di Fi, corresse da solo contro Veltroni. L’importante è non disperdere i voti e riuscire ad arrivare al ballottaggio».
Ma torniamo alla mostra «I mali di Roma». «Con queste foto - ha spiegato Daniela Chiappetti, assessore alla mobilità del II municipio e presidente del Comitato della Vittoria - vogliamo far aprire gli occhi ai romani. Questa iniziativa vuole essere un ulteriore momento di riflessione per quel che riguarda la cura dei mali di Roma. La presa d’atto del problema è necessaria per lanciare idee e proposte per la risoluzione dei disagi che colpiscono la città».