Foto e libri, la Fiera «sposa» Alinari e Scheiwiller

Una convenzione che permetterà di utilizzare immagini per stand e mostre e realizzare cataloghi e pubblicazioni

Emanuela Moneta

Una triade: cultura, economia e comunicazione. Due grandi colossi editoriali: Fratelli Alinari e Libri Scheiwiller. Un gruppo espositivo, tra i più importanti in Europa: Edizioni Fiera Milano. Questi gli altisonanti protagonisti di una duplice intesa che tende ad arricchire e migliorare i servizi editoriali, di allestimento e di comunicazione della Fiera. «Un accordo ad ampio raggio -spiega l’Amministratore delegato di Fiera Milano spa, Piergiacomo Ferrari- che qualifica ancora di più un aspetto, come è la comunicazione, di importanza assoluta per chi espone».
La convenzione triennale, stipulata tra Edizioni Fiera e Alinari, l’antica azienda fiorentina operante nel campo della fotografia e detentrice di uno dei più prestigiosi e vasti archivi fotografici al mondo, consentirà a organizzatori di mostre ed espositori del polo fieristico di acquistare immagini Alinari per l’allestimento degli stand, di commissionare mostre e campagne fotografiche, di ottenere prodotti editoriali (cataloghi, brochure, cd rom, monografie aziendali e altri ancora) espressamente realizzati su misura da Edizioni Fiera Milano e Alinari. «Mancava solo un grande aggancio di comunicazione e business all’azienda» spiega Claudio De Polo, Amministratore Delegato della società fiorentina.
Il secondo accordo, sempre triennale, firmato dalla Fiera con Libri Scheiwiller, intende arricchire l’offerta di servizi di comunicazione del gruppo Fiera Milano con iniziative nuove, che si distinguano per la loro superiore qualità. La libri Scheiwiller è una casa editrice dall’alto profilo culturale specializzata in pubblicazioni raffinate per banche e grandi aziende. «L’ambito di collaborazione che abbiamo individuato -spiega il presidente di Libri Scheiwiller, Gianni Rizzoni- è lo sviluppo di prodotto editoriali: libri, collane, periodici, monografie aziendali e regalistica di taglio culturale. Una particolare attenzione verrà data alla creazione di eventi culturali come esposizioni, concerti e convegni».
Diverse iniziative sono già in cantiere per concretizzare il duplice accordo appena stipulato: dalla collaborazione con il Piccolo Teatro alla realizzazione di una mostra fotografica itinerante in occasione del Congresso mondiale di medicina del lavoro, nel giugno 2006.