Foto perfette grazie ai software

«Aperture» permette di convertire diversi formati in modo semplice

Massimo Carboni

da Milano

Agli albori le fotocamere digitali erano uno strumento ad appannaggio quasi esclusivo di fotografi per hobby. I professionisti, invece, rimanevano orgogliosamente fedeli alle proprie reflex, superiori come caratteristiche tecniche e obiettivi. Tuttavia nel giro di pochi anni la fotografia digitale ha colmato quel divario qualitativo che la separava da quella tradizionale. Logico quindi che il mercato dei software per fotografie digitali finisse in qualche modo per pensare proprio al fotografo professionista o, comunque, molto esigente, con prodotti più sofisticati rispetto ai pacchetti di editing spesso inclusi nelle confezioni delle fotocamere, ma dalle opzioni decisamente ridotte. L’apripista è stata la Apple, che ha lanciato non molto tempo fa Aperture (www.apple.com/aperture), pensato per i fotografi professionisti. La caratteristica di questo software è di consentire la gestione in modo nativo del formato Raw, un formato digitale disponibile in diverse fotocamere, che ha una qualità decisamente superiore a quella del jpeg. Fino ad oggi per gestire le foto in formato Raw era necessario convertirle in tiff o jpeg. Aperture consente, invece, di gestire il lavoro con immagini Raw facilmente come con Jpeg. Il costo è di circa 499 euro ed è disponibile per Mac. Allo stato attuale il più serio antagonista di Aperture sembra essere Adobe Lightroom, giunto alla versione Beta2 e liberamente scaricabile all'indirizzo: (http://labs.macromedia. com/technologies/lightroom/). In attesa che Adobe rilasci la versione definitiva del prodotto, prevista comunque entro il 2006, l’attuale versione beta si fa apprezzare grazie a una nuova interfaccia che con un solo click porta l’immagine al centro delle operazioni di ritocco e la possibilità di scorrere gallerie con centinaia d’immagini focalizzandone istantaneamente alcuni punti e ingrandendole. Il software supporta più di 100 macchine fotografiche e consente di lavorare in modo nativo con il formato raw. Sullo stesso filone, Nikon, società leader nel settore delle fotocamere, ha annunciato il suo programma di editing fotografico, nelle intenzioni antagonista di Aperture. Si tratta di Capture NX (http://nikonimaging.com), un software che si propone come concorrente ma con funzioni più semplificate ed intuitive rispetto ad Aperture e Adobe Lightroom. Capture NX è compatibile con il formato Raw Nef, proprietario di Nikon al quale si possono applicare modifiche. Gli altri file Jpeg e Tiff devono essere convertiti in Nef per poter lavorare avendo le stesse potenzialità. Il lancio del software di Nikon è previsto prima dell'estate. Sarà disponibile una versione per Mac e una per Windows.