Fotocamera superprofessionale

A rendere più dinamico il mercato della fotografia digitale ci ha pensato Sony che con il lancio della sua nuova reflex digitale, prova a insinuare la posizione di Canon e Nikon. Il prodotto Alpha 700 è un valido concorrente nel segmento semi-professionale grazie a caratteristiche e funzioni di primo piano. Rispetto al primo modello lanciato da Sony si tratta di una macchina decisamente più performante. Per raggiungere questo risultato il sensore è affiancato da un processore Bionz che si occupa dei colori e dei dettagli contenuti nella fotografia, di comprimere i dati e memorizzarli nella scheda di memoria. Il corpo in alluminio conferisce alla fotocamera una buona robustezza senza compromettere il peso.
Il rumore delle immagini scattate con questo parametro è evidente, ma può essere accettato come compromesso in tutte le situazioni in cui altrimenti sarebbe impossibile fotografare. Un difetto: il sistema di messa a fuoco a 11 punti, non è sempre precisissimo e veloce. Supporta solo obiettivi con attacco Sony e Konica Minolta. Costa 1.400 euro.