Fotografia, arriva alla Fondazione Forma di Milano il Prix Pictet

Saranno esposte alcune delle opere dei 12 finalisti del premio organizzato dalla banca ginevrina Pictet & Cie

Milano - Arriva a Milano, per la prima volta in Italia, arriva il prestigioso premio internazionale per la fotografia Pictet, alla sua seconda edizione, organizzato dalla società  Pictet & Cie. La Fondazione Forma per la Fotografia ospiterà dal 5 al 17 ottobre "Earth, Terra", una selezione delle opere dei 12 finalisti. In mostra 29 scatti che testimoniano la reale situazione della vita sul pianeta.

Tema del concorso è la sostenibilità Quest'anno il soggetto del premio, la sostenibiltà, non si riferisce solo al pianeta che ci ospita, ma anche il suolo su cui camminiamo e delle "ferite" causate dall'uomo, come gli scavi delle miniere e dei pozzi petroliferi, i depositi di rifiuti a cielo aperto e dei liquami tossici, ma anche i disastri naturali, i terremoti, le epidemie, le emigrazioni forzate delle popolazioni vittime di guerre e carestie.

I vincitori Il premio è andato a Nadav Kander, fotografo britannico, per la sua serie di scatti dedicati al fiume cinese Yangtze. A consegnarglierlo, il presidente onorario Kofi Annan, ex Segretario Generale delle Nazioni Unite. All’americano Ed Kashi, invece, è stato assegnato il Prix Pictet Commission, il titolo speciale offerto ad un artista tra quelli già selezionati, a cui Pictet & Cie ha chiesto di creare un corpus di lavori in regioni in cui la società sponsorizza il lavoro di una ONG. Kashi è andato in Madagascar, dove nel 2009 Pictet & Cie ha patrocinato l'organizzazione inglese Azafady

Una mostra itinerante e un libro I lavori di tutti i 12 finalisti approdano a Milano dopo un tour mondiale che, partito nell’ottobre 2009 da Parigi, arriverà in dicembre 2010 a Delhi, passando per Tessalonica, Dubai, Eindhoven, Dublino, Mosca, Losanna, Berlino e Madrid. In occasione del premio è stato pubblicato il libro Earth, che accompagna la mostra, edito e distribuito internazionalmente da teNeues, in cui vengono illustrati tutti i 122 lavori dei 12 finalisti e di altri artisti selezionati per l’edizione 2009. Nicolas Pictet, managing partner della società, nel discorso di apertura dell’esposizione milanese, afferma: “Come Pictet il nostro scopo è quello di utilizzare il messaggio dell’arte fotografica per rappresentare le sfide sociali ed ambientali del nuovo millennio. Prix Pictet si è affermato non solo come uno dei più prestigiosi riconoscimenti fotografici a livello internazionale, ma è anche riuscito ad attirare l’attenzione su temi di grande importanza”.

Il premio Il Prix Pictet nasce nel 2008, per volere della banca ginevrina Pictet & Cie, e in soli due anni è diventato uno dei premi di fotografia più prestigiosi a livello internazionale. La giuria è indipendente e composta da esperti e critici riconosciuti su scala internazionale. La terza edizione del Prix Pictet è stata presentata ai Rencontres d’Arles nel luglio 2010 ed i finalisti verranno resi noti a novembre a Parigi in occasione del “Paris Photo”. Il tema è "Growth, Crescita", intesa in tutte le sue forme, dalla vertiginosa crescita delle nostre città, con la loro sempre maggiore dipendenza dalle scarse risorse naturali, alla rapida crescita della popolazione e delle sue necessità.