Fotografie, manoscritti e sceneggiati per ricordare lo scrittore papà di Maigret

Sono passati esattamente vent’anni dalla scomparsa di Georges Simenon, scrittore prolifico e molto conosciuto anche in Italia. Per questo motivo l’articolato cartellone di eventi invernali «Fantastiche Terre di Portofino» dedica al romanziere belga una serie speciale di eventi tra febbraio e marzo. Le mostre che rappresentano il cuore delle rassegna saranno composte e allestite attingendo in gran parte alla grane e importantissima raccolta privata del collezionista genovese Romolo Ansaldi, alla cui opera appassionata la manifestazione vuole rappresentare un omaggio. L’esposizione comprende rari volumi in prime edizioni, fotografie d’epoca, manifesti e locandine cinematografiche oltre a 40 illustrazioni originali di Ferenc Pintér e verrà allestita in due diverse sedi espositive contigue, le ottocentesche Villa San Giacomo e Villa Nido nel parco di Villa Durazzo a Santa Margherita. A Rapallo, in vece, ci sarà un altro centro nevralgico delle manifestazioni, a cui si affiancheranno altri comuni. Accanto alle mostre è stata organizzata una rassegna cinematografica di lungometraggi tratti da romanzi simenoniani, realizzata con la collaborazione della cooperativa Terra-mare di Sestri Levante e del critico cinematografico Renato Venturelli. Una seconda rassegna sarà invece incentrata sulla ripresentazione in collaborazione con Rai Teche, di alcuni indimenticabili sceneggiati televisivi dedicato al commissario Maigret con Gino Cervi (9-10-11 marzo alle 21 all’auditorium delle Clarisse a Rapallo, a Borzonasca all’auditorium De André il 13 e il 14 marzo, sempre alle 21).
Infine piccola tournée di uno spettacolo musicale dedicato alla chanson francese del Novecento. Il recital sarà di Max Manfredi, Claudia Pastorino e Claudio Roncone (sabato all’Auditorium delle Clarisse alle 21).