Il fotografo di Bersani va al pub e non trova la sua birra pagata

Quando ha visto quella foto, lui al tavolino del pub Open che beve una birra preparando il suo discorso per l’assemblea del Pd, Pier Luigi Bersani (nella foto) ha detto «c’è una birra pagata per te»a Luca Sappino, autore dello scatto. Quella foto infatti restituiva l’immagine di umanità di un leader, raccogliendo sì frecciate tipo: «Abbiamo capito tutto dei discorsi di Bersani, è colpa della birra». Ma soprattutto apprezzamenti, all’urlo di: c’è ancora un politico che se ne sta con se stesso e medita quel che vuole dire. Di più, il segretario democrat era reduce da un social flop come quello della campagna pre-tesseramento, con quei pessimi manifesti che hanno tappezzato Roma con domande tipo: «Conosci Faruk?». Era stato subito caos, il partito tutto a gridare ai soldi gettati nell’ennesimo manifesto inutile o dannoso. E allora la foto della birra sarebbe persino potuta essere la nuova campagna del Pd. C’è una birra pagata per te, aveva detto Bersani. Solo che poi Sappino è tornato al pub. E su Twitter ha scritto: «Io sto all’Open, e non c’è una birra pagata...».