Fotonica Pirelli, Tronchetti crea una nuova società

La fotonica diventa una società a sé stante in Pirelli. Il gruppo, guidato da Marco Tronchetti Provera ha sempre detto di voler puntare sulla seconda generazione di componenti ottici e sistemi per reti di telecomunicazioni, e nei giorni scorsi i consigli di amministrazione hanno fatto nascere, secondo quanto risulta al Giornale, una newco: Pirelli Fotonica. Si tratta di una scissione delle attività di Pirelli Broadband solution. La società incorporerà, inoltre, una buona fetta dei Pirelli Labs.
I Laboratori di ricerca, nati nel 2001, all’indomani della ricca vendita della fotonica di prima generazione a Corning e Cisco. I Pirelli Labs hanno dunque originato tre società: una attiva nell’ambiente, una negli accessi alla banda larga e ultima nata, appunto, Pirelli Fotonica. Sopravviverà e verrà messa al servizio dell’intero gruppo la parte di Pirelli Labs che si occupa della ricerca sui materiali innovativi. La nuova società si occuperà prevalentemente di componenti ottici, apparati, sistemi e moduli di tlc. Dalla fine dell’anno scorso sarà anche in grado di commercializzare un nuovo «laser tunable». I clienti tipici della newco saranno Alcatel, Siemens e Marconi. Nel 2007 il business ha generato ricavi vicini ai dieci milioni di euro. Circa il 10% dell’intera area di business di cui prima faceva parte la fotonica. Lo scorporo, nelle intenzioni del gruppo, permetterà di dare maggiore visibilità al nuovo segmento di business di Pirelli. Eventualmente anche nell’ottica di possibili acquisizioni.
Si tratta, in effetti, della fase due di una start up, iniziata nel 2001, e sviluppata dopo la scadenza dei patti di non competizione con gli americani, e che ora cerca sul mercato clienti e fatturato.