Il fotoromanzo di Monti ciclista, secchione e cinefilo

Il sobrio Mario Monti (nella foto) si scopre il vanesio protagonista di un fotoromanzo sul settimanale Chi da ieri in edicola: 4 pagine con tanto di côté fotografico che pare sia stato fornito dallo stesso sobrio professore. Nel raccontone corale Supermario - figlio del direttore Giovanni e della casalinga Lavinia - è un «secchione» che amava «andare in bici da Milano a Saint Moritz in due giorni», un giornalista «bravissimo nelle materie umanistiche» che «adorava il cinema» e un «imbranato in educazione fisica e non troppo portato per la matematica (sic!)» che poi deciderà di arruolarsi in Aeronautica. Avviso ai lettori: per la love story con Elsa bisognerà aspettare una settimana...