Al Four Season l'anteprima del Brunello a cinque stelle

Questa sera otto produttori del vino più famoso del mondo presentano l'annata 2004. Ad accompagnarla il raffinatissimo menù dello chef Sergio Mei

Un consiglio? Dopo la cena fatevi venire a prendere da qualcuno o prenotate già un taxi perché questa sera di guidare la macchina proprio non se ne parlerà. L'appuntamento è al Four Season di via Gesù, ospite d'onore la Perla Bruna di Montalcino che sposerà le raffinatissime ricette del mitico chef Sergio Mei. Profumi di Toscana e aromi di Sardegna per una serata enogastronomia difficile da dimenticare. E ad altissimo tasso alcolico. L'occasione (aperitivo e degustazione dalle ore 19, costo a persona 120 euro, prenotazioni allo 02/77081435) è un'anteprima di assoluto prestigio, quella del Brunello vendemmia 2004. Il principe dei vini, sicuramente uno dei più stimati al mondo. Letteralmente, dato che soprattutto in tempi di Borse che crollano, sono in molti i risparmiatori che hanno scelto di mettere le bottiglie di Brunello in cassaforte anziché in cantina e di farne redditizi investimenti. Con tassi di crescita che oggi titoli e Bot nemmeno si sognano.
Ecco allora questa sera al Four Season otto tra le più rinomate Aziende di Montalcino presentare in anteprima assoluta, a pochi giorni dall'appuntamento con "Benvenuto Brunello" e "Vinitaly", la loro annata 2004. Sui tavoli del "Teatro" le mitiche etichette Antinori, Camigliano, Castello Banfi, Col d'Orcia, Conti Costanti, Cupano, Marchesi de' Frescobaldi e Marchesato degli Aleramici.
Un vino di grandissima qualità il Brunello di Montalcino della vendemmia 2004, un'annata eccezionale a cui il Consorzio che ne tutela il nome, il marchio e il prodotto, ha assegnato il più alto riconoscimento: ben 5 stelle! E per valorizzare la degustazione, i piatti dello chef Sergio Mei che ha creato il solito ricercatissimo menu a base di ingredienti di stagione: incontro di storia, territorio e aromi. Per cominciare Acqua cotta con rapestri e funghi primaverili; Prosciutto di cinta senese con insalata russa, carpaccio di ananas e pomodoro. A seguire Malfatti di ricotta e spinaci con caciucco al vino rosso; Arista di maiale del Mugello lardellato al rosmarino con patate, alloro e cavolo nero saltati al pecorino di Pienza. E per finire Zuccotto alla Caterina De' Medici in tre testure con frutti rossi speziati.