Il Four Seasons festeggia i primi 13 anni

Il Four Seasons Hotel ha compiuto 13 anni. Quando fu aperto, il primo aprile del 1993, al numero 8 di via Gesù, dove sorgeva un convento di clausura del quindicesimo secolo, diventò subito una delle mete preferite dei vip di tutto il mondo. Non è raro vedere scendere da qualche limousine davanti all’ingresso uno sceicco con alcune mogli al seguito cariche di sacchetti griffati Gucci, Prada, Armani, Valentino eccetera. E in occasione delle settimane della moda qui le top model, Naomi Campbell ad esempio, sono di casa. Come di casa è Madonna. Fra i clienti si ricorda ancora, per la folla di fan che stazionavano davanti all’albergo, l’attore Richard Gere.
Ma per festeggiare i suoi primi tredici anni di vita, ieri il Four Seasons, ha scelto un profilo più discreto. Lo chef Sergio Mei, sovrano incontrastato della grande cucina dell’albergo, il direttore Vincenzo Finizzola, il suo vice Patrizio Cipollini e Stefano Donarini che con Multimedia cura le relazioni dell’albergo, hanno invitato un ristretto numero di amici.
Aperitivo in cantina (champagne, ostriche e pecorino) e pranzo in cucina dove Mei ha dato l’ennesima dimostrazione della sua bravura spaziando dagli scampi al risotto, dall’«incontro» di rane e lumache al capretto per concludere con una fantastica (provare per credere) spuma di cioccolato forte all’olio di Piano Grillo e sale di Maldon.