Franca Rame racconta l’Idv segreta

Franca Rame (nella foto) sta scrivendo un libro sulla sua esperienza da parlamentare dell’Idv. Una pamphlet polemico? Forse. Perché il soggiorno dell’attrice a Palazzo Madama non è stato dei più piacevoli, anzi. Mastica ancora amaro, la signora Fo, per quel voto al rifinanziamento della missione a Kabul, dato «turandosi il naso» per obbedire al partito e sorreggere il pericolante governo Prodi. Delusioni, battaglie solitarie nell’indifferenza del partito, minacce di sciopero in aula e di dimissioni, fino alla rottura. «Non potevo votare a favore della società Ponte sullo Stretto. Neanche m’avevano avvertito, che modi sono?». Insomma, per Di Pietro, sarà una lettura impegnativa...