Franceschini già vince. Il Tapiro d’oro

Altro che «vicedisastro». Dario Franceschini è appena stato nominato leader del Pd e già incassa il primo premio. Non di maggioranza, ma il Tapiro d’oro di Striscia la notizia, consegnatogli ieri a Malpensa. Il motivo? Un fuori onda. Durante l’assemblea democratica di sabato, il neosegretario aveva confessato ad Anna Finocchiaro di aver raccolto le firme tra i suoi amici per consentire la candidatura di Arturo Parisi, perché altrimenti «non ce l’avrebbe fatta». Un bel gesto, magari un po’ sprezzante, ma - come risponde la Finocchiaro - Franceschini «ha fatto la porchissima figura». Peccato che i microfoni fossero aperti. «Avevo un posto in libreria - ha reagito sorridente Franceschini alla consegna -. Lo metterò lì». Magari vicino a «Bel ami». Non il romanzo di Maupassant, ma al pensiero di Parisi: bell’amico...