Francesco Cafiso il «veterano» di diciassette anni

Duccio Pasqua

Un veterano di diciassette anni. È Francesco Cafiso, giovane virtuoso del sassofono, uno dei talenti più precoci della storia del jazz. Nato nel 1989, Cafiso già a nove anni ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo della musica, facendo esperienze con musicisti di fama internazionale come Bob Mintzer, George Gruntz, Maria Schneider, Gianni Basso. Nel 2002, a soli 13 anni, ha incontrato il grande trombettista Wynton Marsalis, che l’anno successivo ha deciso di portarlo con sé in tour. Da allora a oggi è stato un susseguirsi di collaborazioni di prestigio, concerti nei luoghi che hanno fatto la storia del jazz, premi e riconoscimenti di critica e pubblico.
Il talentuoso sassofonista si esibirà questa sera al Parco della musica, accompagnato dal suo trio composto da Riccardo Arrighini al pianoforte, Aldo Zunino al contrabbasso, Stefano Bagnoli alla batteria. Tre musicisti di grande esperienza, ognuno virtuoso del suo strumento, che accompagnano un ragazzo già affermato e rispettato a livello internazionale.
Al quartetto si aggiungerà un ospite d’eccezione, ovvero Fabrizio Bosso, tra i migliori trombettisti italiani: un musicista che ha saputo sviluppare un linguaggio unico e personale, frutto di una continua ricerca stilistica.
Francesco Cafiso ha suonato, tra gli altri, con Hank Jones, Cedar Walton, Ronnie Matthews, Jimmy Cobb, Ben Riley, Joe Lovano, e in Italia con Enrico Rava, Gianni Basso, Dado Moroni, Franco D’Andrea. È stato il primo musicista europeo a suonare al Dizzy’s Club Coca Cola del Lincoln center di New York, e nel 2005 è stato eletto da varie riviste, italiane e internazionali, miglior nuovo talento dell’anno.
Nel luglio 2005, in occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Charlie Parker, Umbria jazz gli ha affidato il compito di rileggere le partiture originali delle registrazioni realizzate da «Bird», accompagnato oltre che dal suo trio abituale anche dai Solisti di Perugia. Nell’aprile scorso, nel corso della tournée organizzata da Musica per Roma e Umbria Jazz, Cafiso ha suonato al Birdland, il più famoso jazz club di New York, riscuotendo naturalmente un notevole successo.
Non contento di questi clamorosi trionfi professionali, il ragazzo ha trovato il tempo di diplomarsi in flauto traverso, con il massimo della votazione, al liceo musicale parificato Vincenzo Bellini di Catania e, nel frattempo, sta continuando a studiare il pianoforte jazz.
Dal 2002 a oggi, il giovane sassofonista ha già pubblicato sei album a suo nome: alcune registrazioni audio e video sono scaricabili gratuitamente dal sito ufficiale www.francescocafiso.com. Auditorium (Sala Sinopoli), viale De Coubertin, ore 21. Info biglietti: 199.109.783.