Francesco Molinari è in Ryder Cup

E' arrivata ufficilmente la notizia che il torinese sarà presente in ottobre al Celtic Manor per difendere i colori europei nella sfida intercontinental più famosa.

Gleneagles - E’ ufficiale. C’è anche Francesco Molinari nella squadra europea della Ryder Cup 2010. La notizia arriva dal campo di Gleneagles dove Ross McGowan, l’ultimo contendente che avrebbe potuto insidiare il posto dell’italiano, si è dovuto ritirare a causa di un infortunio. "E' bello essere entrato in squadra, anche se non è stato certo il modo migliore per averne la certezza. Mi dispiace per Ross” ha dichiarato Francesco dopo un’ottimo primo giro al Johnnie Walker Championship.

SCHERZI A dire la verità la notizia della convocazione era già arrivata al torinese via sms domenica scorsa. Dennis Pugh, coach del team e autore del messaggio, aveva però corso troppo perchè lunedì si sono riaperti i giochi dopo la decisione di Miguel Angel Jimenez di giocare anche questo weekend. “Gli ho detto di non mandarmi mai più un messaggio del genere” scherza Francesco, secondo italiano ad accedere al Team dopo le tre partecipazioni di Costantino Rocca nel 1993, 1995 e 1997. Quest’ultima famosa per la vittoria nel singolo di Valderrama ai danni di un giovane Tiger Woods.

ITALIANI Le sorprese per l’Italia potrebbero non essere finite perchè in corsa per un posto in squadra c’è anche Edoardo Molinari, il fratello maggiore e co-campione del mondo che potrebbe essere scelto dal capitano Colin Montgomerie. E’ infatti importante avere giocatori che siano bravi a giocare bene in coppia e i due hanno dimostrato di poter far grandi cose insieme. “Per me è un sogno: entrare nella squadra della Ryder era uno degli obiettivi della stagione a cui ero solito pensare come qualcosa che non avrei mai raggiunto. Ora mi preparerò per la Ryder e cercheremo di vincerla. Nelle ultime settimane non è stato facile rimanere concentrati sul gioco con tutte le pressioni per l'avvicinarsi della scadenza per la squadra, ma sono riuscito a farcela. Il mio programma di avvicinamento alla Ryder? Credo che farò un altro torneo, poi mi riposerò un paio di settimane per essere al meglio. Ma sarebbe bello suggellare l'ingresso in squadra con una vittoria questa settimana, anche perché sono l'unico che ancora non ci è riuscito”.

STIMA Per il ventisettenne torinese spende parole di stima anche il vice capitano di Ryder Paul McGinley: “Ha giocato un grande stagione – ha dicharato l’irlandese – mi ricorda molto me stesso quando conquistai il Team, è molto regolare e sembra essere nella top ten tutti i weekend, per questo sarà una grande risorsa. Ha grande personalità, è simpatico e non ha mai problemi. Giocare con lui sarà un piacere per chiunque”. Molinari assicurandosi il settimo posto in squadra ha raggiunto Lee Westwood, Rory McIlroy, Ian Poulter, Martin Kaymer, Greame McDowell e Ross Fisher.