Il francese Billet star alle Fronde

Annaluisa Conti

Il ventottenne francese Jean Nicolas Billet, dopo il recente Open della Margherita, ha ora vinto, dominando, quello alle Fronde, entrambi validi per l’Alps. Migliori italiani Gregory Molteni e Jonathan Baglioni, terzi in parità, mentre Andrea Zani, campione uscente, è finito sedicesimo. La maratona della settimana era in programma alle Querce al Centro tecnico della Federgolf. Sulle 54 buche della «Quercia d’oro» si è imposto con estrema regolarità Benedetto Pastore in 214 colpi (72-72-70). L’azzurro torinese ha preceduto altri due nazionali giovanissimi e precisamente Nicolò Ravano di Rapallo (220) e Luca Beneduce (225) di Tolcinasco.
Due interessanti gare su 36 buche medal si sono giocate a Barlassina e a Lanzo. Il Gran Premio Barlassina è stato assegnato per il lordo a Igor Patscheider (155), mentre Alberto Croze, Francesca Costi e Carolina Brambilla occupavano i primi posti nelle tre categorie netto. Nella Coppa d’Oro Gambara di Lanzo ottimo il successo scratch di Giorgio Porta (134) mentre Rocco Bortone vinceva il netto. A Tolcinasco in una delle numerose tappe del Mid Am Golf Trophy brillavano Aldo Finazzi (netto 64 ) e Carlo Ghislandi (lordo 72).
Anche questa settimana non sono mancate alcune prodezze offerte ovviamente da giocatori in gamba come Edoardo Bisetti a Garlenda , primo lordo nelle due gare di sabato e domenica, nonché l’analogo exploit di Charles Fischer, due volte sul podio a Monticello nell’animato e festoso fine settimana sportivo che aveva il clou nel Trofeo Cassa Lombarda concluso infine con una cena luculliana e con un apprezzato atteso acquazzone.