Francia, Cristo sulla sedia elettrica: polemiche

Esposta durante le festività pasquali una scultura di Cristo
morto su una sedia elettrica, e non sulla croce, nella
cattedrale di Gap, nel sud della Francia. L'opera di Paul Fryer è stata apprezzata dal vescovo della diocesi: "Non lascia indifferenti i fedeli"

Parigi - Veementi polemiche ha suscitato durante le festività pasquali l’esposizione di una scultura di Cristo morto su una sedia elettrica, e non sulla croce, nella cattedrale di Gap, nel sud della Francia.

L'opera "blasfema" Intitolata Pietà la scultura, opera dell’ artista britannico Paul Fryer, ha suscitato vive reazioni, "in maggioranza positive", ha osservato il vescovo della diocesi, monsignor Jean-Michel di Falco. "Questa opera non lascia indifferenti, ma parlare di polemica è falso", ha detto il religioso. Commenti di fedeli e visitatori - accanto alla foto della scultura - sono pubblicati sul sito della diocesi di Gap e sono in gran parte favorevoli all’ iniziativa. "La croce non era l’ equivalente, all’epoca romana, della sedia elettrica?", si chiede uno dei fedeli. Un altro osserva: "Oggi entriamo in una chiesa senza neanche guardare Cristo sulla croce. Alloro dico grazie a monsignor di Falco di svegliarmi".

Quando l'arte divide Ci sono anche voci discordanti: "L'esposizione di quest'opera non ha il suo posto in una cattedrale il Venerdì Santo". Oppure: "Se è arte, avrebbero potuto metterla da qualche altra parte". L’ opera di Fryer fa parte della collezione d’arte dell'uomo d’affari francese Francois Pinault, proprietario di Palazzo Grassi a Venezia.