Francia, il Front National indagato per rimborsi irregolari

Il partito guidato da Marine Le Pen è sotto indagine per presunti rimborsi elettorali gonfiati. Gli inquirenti:"Sistema per frodare lo Stato"

Le Front National è finito sotto inchiesta. Il partito francese di estrema destra guidato da Marine Le Pen è sotto esame perché la giustizia francese sospetta irregolarità nei rimborsi alle elezioni del 2012. "Siamo innocenti di tutte le accuse portate contro di noi" a parlare è Wallerand de Saint-Just, tesoriere del partito, che questa mattina è stato convocato dal procuratore della Repubblica.

La procura ipotizza un sistema per chiedere rimborsi elettoriali maggiori del previsto. Secondo un sistema definito kits de campagne, venivano dati ai vari candidati e comprendevano volantini, manifesti e siti internet per un valore di 16mila euro che venivano poi richiesti allo Stato. Per gli inquirenti molti dei candidati erano in eccesso e i kits de campagne sarebbero serviti a rimpinguare le casse del partito.

Le cifre in ballo parlano di circa 10 milioni sottratti in modo fraudolento. Intanto da Praga Marine Le Pen ha ripetuto che "il partito non ha niente a che fare con la vicenda dei finanziamenti illeciti alle consultazioni del 2012".

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 10/09/2015 - 14:06

No bananas comment!