La Francia ha aperto la stagione dei big

L’Olympique gioca stasera in posticipo al Gerland di Lione contro il Tolosa, diciassettesimo nell’ultima stagione, il resto della Ligue 1 francese ha giocato ieri. Si chiama il resto, perché da sette anni vince il Lione, accadesse da noi ci scapperebbero interrogazioni parlamentari e modifiche sostanziali nel regolamento. I francesi invece ogni anno innescano il dubbio fra i tifosi che la concorrenza si sia rinforzata e non sarà così facile confermarsi per il Lione, poi Juninho e soci a metà campionato sono avanti di un paio di galassie, rallentano, si fanno sbattere fuori dalla Champions, illudono la concorrenza e alla fine tutto come prima: L’Olympique Marsiglia è finito a 17 punti, il Saint Etienne a 21, il Monaco a 32, il Paris Saint Germain che dopo essersi portato a casa Giuly e Makelele è considerato il maggior pericolo, la scorsa stagione è finito a 36 punti e a tanto così dalla retrocessione. Aveva tenuto solo il Bordeaux di Laurent Blanc che un segnale comunque lo ha dato battendo il Lione in Supercoppa nella prima ufficiale della stagione.
Qualcosa di abbastanza misterioso comunque è successo quando in pieno mercato Hatem Ben Arfa è passato dall’Olympique Lione all’Olympique Marsiglia per 15 milioni. Il 21enne attaccante di origini tunisine è considerato uno fra i più promettenti calciatori di livello mondiale, cinque presenze e un gol nella nazionale maggiore. Ma nel Lione era chiuso e probabilmente non così fondamentale se il club di Jean Michel Aulas ha deciso di puntare su Ederson come futuro erede di Juninho Pernambucano arrivato ormai alla bella età di 33 anni. Altri acquisti importanti i campioni di Francia non li hanno fatti, è arrivato Lloris dal Nizza, sì, il portiere, proprio quello inseguito dal Milan, e poi è tornato dal Porthsmouth il ceco Milan Baros. Ma davanti è rimasto un certo Karim Benzema, capocannoniere uscente con 20 reti, e questa conferma è probabilmente il miglior acquisto. Poi Jeremy Toulalan, sempre abbastanza deludente con la maglia dei Bleu ma comunque un centrocampista che in poco tempo ha fatto digerire ai tifosi del Lione le partenze di Diarra e Essien.
Le altre si sono date da fare per colmare il gap. Dopo la stagione fallimentare nel Benfica, Freddy Adu è stato acquistato dal Monaco, dalla C1 italiana è arrivato Elia Legati, ceduto dal Milan in prestito con diritto di riscatto, dopo due stagioni nel Legnano. Difensore centrale di 22 anni, destro naturale, forte fisicamente, Legati era al centro dell’attenzione di diverse squadre di serie B, al Monaco probabilmente avrà più spazio e il Milan, che ha ceduto Gourcuff al Bordeaux, resta vigile.
La Ligue 1 è la prima ad aprire la stagione assieme alla Scozia, venerdì il Bayern affronta l’Amburgo in anticipo poi a Ferragosto parte la Bundesliga, sabato scatta la Premiership, Liga e serie A il 31 agosto.

Risultati 1ª giornata. Auxerre-Nantes 2-1, Bordeaux-Caen 2-1, Le Havre-Nizza 1-0, Le Mans-Lorient 0-1, Monaco-Paris SG 1-0, Nancy-Lille 0-0, Rennes-Marsiglia 4-4, Sochaux-Grenoble 1-2, Valenciennes-Saint Etienne 1-0. Oggi: Lione-Tolosa