Francia, incidente in centrale nucleare: "contaminati" in 15

Dopo le fuoriuscite di liquido a Tricastin e a Romans-sur-Isere, incidente a Saint Alban. Ne dà notizia Edf. Trovate "tracce di elementi radioattivi", ma per l'azienda "i livelli sono inferiori al limite regolamentare"

Parigi - Terzo incidente nucleare in poche settimane. E 15 operai sono rimasti contaminati. La fuoriuscita del liquido radiottivo è avvenuta nell'impianto di Saint Alban, nella regione dell’Isere (Sud della Francia). La notizia arriva da Electricité de France (Edf), l’azienda elettrica francese. "Gli operai sono stati leggermente contaminati nel corso di un intervento di manutenzione su un cantiere dell’unità produttiva numero due" ha indicato un responsabile della direzione. In seguito all’incidente, avvenuto venerdì, ma di cui ha dato notizia solo questa mattina il quotidiano Dauphiné Liberé, sono state ritrovate "tracce di elementi radioattivi" nel corso dei monitoraggi e dei controlli di routine dei dipendenti dell’impianto.

Nessuna contaminazione I lavoratori sono stati sottoposti a un controllo medico ma l’azienda esclude che vi siano conseguenze di alcun tipo per la loro salute. Le cause dell’incidente non sono ancora state chiarite. "I livelli di contaminazione sono inferiori al limite regolamentare e dei nuovi controlli medici, effettuati questa mattina (lunedì), hanno rivelato che non vi è più alcuna traccia di contaminazione" sottolinea la stessa fonte Edf. Questo incidente nell’Isere avviene dopo quello del 7 luglio nella centrale nucleare di Tricastin, regione di Vaucluse, e quello del 18 luglio della centrale di Romans-sur-Isere, nella Drome.