Francia, scontri alla Sorbona: chiusa l'università

Tafferugli tra gli studenti che volevano proseguire nello sciopero contro la riforma dei regimi speciali di Sarkozy e quelli che volevano entrare a lezione. Il rettore chiude l'ateneo fino a lunedì

Parigi - L’università Sorbona è stata chiusa questa mattina dopo i violenti tafferugli tra gli studenti che protestavano contro il progetto di riforma dei regimi speciali, voluto da Nicolas Sarkozy, e quelli che volevano raggiungere le aule. In un comunicato diffuso dall’amministrazione della Sorbona si spiega che un gruppo di studenti ha fatto ricorso alla forza per bloccare uno degli ingressi dell’università. Questi studenti, si precisa nella nota, "fanno ogni giorno uso della forza, e questa mattina hanno fatto ricorso alla violenza fisica contro coloro che volevano seguire i loro corsi" afferma il rettorato.

Chiusura dell'ateneo "La libertà di studio non è garantita e la sicurezza delle persone nemmeno" si aggiunge. "Di conseguenza, dopo avere informato i presidi delle facoltà interessate, è stata presa la decisione di chiudere la Sorbona fino alla mattina di lunedì 26 novembre".