Di Francia (Verdi): «Magari si presentasse l’ex governatore»

Mentre il centrodestra discute sul candidato sindaco, nel centrosinistra se la ridono e si tengono stretti il loro sindaco, Walter Veltroni. I nomi circolati, negli ultimi giorni, da Alemanno a Baccini da Zichichi a Storace passando per Follini, non spaventano l’Unione. A intervenire sul dibattito interno alla Casa delle libertà è proprio il portavoce della maggioranza in Campidoglio Silvio Di Francia: «Se ogni giorno bruciano un candidato... questo la dice lunga... Prima o poi necessità vuole che un candidato lo trovino. Il dibattito nella CdL è ancora un po’ confuso. Noi non sopravvalutiamo e sottovalutiamo nessuno, tanto meno ci impicciamo. Temo tuttavia che non basti un nome, seppure autorevole, a colmare il deficit di opposizione lungo quattro anni, durante i quali la Casa della Libertà tentando di colpire Veltroni si metteva contro gli interessi della città. La loro crisi non è solo elettorale ma di progetto politico. Commento la proposta di Tajani di candidare sindaco Storace solo con un “magari”»